mercoledì 7 dicembre 2011

A un amico

Amico mio,
semmai avrai bisogno di aiuto, se qualche sera penserai che hai voglia di parlare, o anche solo di sorridere un po’, io ci sono e ci sarò sempre, lo sai.
È proprio vero che non ci si rende conto del valore di qualcosa finché non si rischia di perderla, ma io sono stata fortunata, perché tu sei forte, ti sei risvegliato e sei qui. Forse qualcuno ha capito chi veramente sei, ma per me, per quanto tu possa essere cambiato, sarai sempre il solito…quello che è riuscito a farmi ridere ogni volta che ero triste, quello con cui ho fatto troppe volte a pugni e a cui ho procurato tanti lividi, e nonostante quelli che hai procurato tu a me… abbiamo riso sempre! Sei quella persona con cui ho organizzato i migliori scherzi… lo scocciante e pesante ragazzino che non sapeva sistemarsi i lacci delle scarpe, e quindi dovevo provvedere io, sei quello che non vuole piangere davanti agli altri come tanti altri ragazzi che ho conosciuto … il mio più grande fan, che restava sempre meravigliato dai miei schizzi … quello con la maglietta a righe, per fartela breve… mio simile, mio fratello, mio amico.
Che bello che ci sei.

3 commenti:

  1. l'ho scritta un bel po' di tempo fa.. :)

    RispondiElimina
  2. ... e mi ci è voluto un pò per capire che mi avrebbe fatto piacere condividerla con gli altri... :) tanto lo sapete chi è... :)

    RispondiElimina