domenica 18 marzo 2012

Ho scoperto un nuovo artista...



Anton Tang è un eclettico artista di Singapore, che ha recentemente “movimentato” la vita della sua metropoli con un’operazione di street art tanto originale e divertente, quanto semplice e profonda.
L’artista infatti ha prima realizzato, poi disposto in giro per la città, e infine fotografato e diffuso in rete, una serie di immagini in stile “slice of life” con protagonisti degli omini in cartone  dalla testa inscatolata chiamati mini Danbos.
Il pensiero sottostante l’opera di Tang è facilmente intuibile e da lui così riassunto:
"There are times when many of us would like to cover our heads with a cardboard box and shield ourselves from the outside world. Other times, we walk around feeling as if we’re enclosed in such packaging anyway — like faceless, boxed-up products on an assembly line. Yet whichever our experience, alienated or anonymous, one plain fact gives us hope: we’re all human. And we’re not alone.”
Insomma, un messaggio di speranza verso l’umanità e un modo più umano di vedere le cose, che suscita nel profondo un senso di dolcezza tipico della riscoperta delle cose semplici.

Nessun commento:

Posta un commento