martedì 24 aprile 2012

Grazie Elisa!!!

Carissime lettrici ( e carissimi lettori anche se siete in minoranza),
pubblico questo post per ringraziare moltissimo Elisa di Lacrime di carta e inchiostro per aver creato e poi assegnatomi il premio Antares!!!!


Grazie mille Elisa!!!
Dunque, il regolamento prevede di
  1. Scrivere qualche parola di ringraziamento verso il blog che vi ha assegnato il premio (tanto lo fareste comunque)
  2. Assegnare il premio a 5 blog
  3. Spiegare quanto e perché é importante per voi il vostro blog
Stando quindi tenendo fede al punto 1 passo direttamente al secondo!!!
Perdonatemi ragazze, sono piuttosto selettiva riguardo ai blog che mi piacciono e mi colpiscono... conseguenza ne è il fatto che ne seguo e ne apprezzo ben pochi!!!
Ma quei pochi meritano anche di ricevere nuovamente il premio!
Consegno quindi ufficialmente il premio Antares a:
-Viaggi di un airone per la profondità dei pensieri e perché so che questo blog per lei vale molto <3
-Ovunque tu vada
-lacrime di carta e inchiostro
-Note di Follia
-Fiocchi di parole

complimenti a tutteeeeeeeee
 e infine il punto 3!!!
Il mio blog è nato come un mezzo per far sentire la mia voce, e posso dire di essere riuscita a raggiungere il mio obbiettivo!!!
ne sono molto orgogliosa, perché ormai noi giovani nel mondo e nella società troviamo sempre meno mezzi per esprimerci, per comunicare e per far valere le nostre idee!!!
Blog significa condivisione per me, e non c'è cosa più bella del confrontarsi!!!
Ora come ora non riuscirei ad abbandonarlo, perché è diventato il mio mezzo di sfogo!!!
... e per questo per me è tanto importante!

baci a tutte ragazze e ancora grazie ad Elisa!
La vostra
Esmeril

sabato 21 aprile 2012

Grazie!

Care ragazze,
è arrivato il momento di ringraziarvi!!!
Prima di tutto perché comunicare con voi, scambiare opinioni ed entrare in contatto con persone nuove si sta rivelando un'esperienza davvero bellissima ... e scoprire che il mio blog e i miei pensieri vengono letti ed apprezzati è ancora più straordinario!
Questo blog è iniziato quasi per caso, ma questo caso si è rivelato essere una vera e propria fortuna!!!
E tutto questo è soprattutto merito delle persone come voi che mi seguono e cercano di seguire il filo ingarbugliato dei miei pensieri :D ... quindi Grazie, davvero Grazie!
E in secondo luogo vi ringrazio per i premi che mi avete assegnato!
Perdonatemi se non ho scritto un post di ringraziamento a tutte voi prima, ma davvero per me il funzionamento del mondo dei blog è qualcosa di nuovo e sconosciuto che sto imparando a conoscere piano piano... e soprattutto conosco ancora pochi blog, e avrei voluto conoscere ancora più blog prima di riassegnare i premi che mi avete regalato... ma non posso più aspettare, devo dirvi GRAZIE :)

Grazie ad Helene, di http://ovunquetuvada.blogspot.it per aver creato e per avermi assegnato il mitico premio Almohada!!!
Queste sono le regole:
  • Scrivi tre frasi( tue o utilizzando citazioni) che ti rispecchino al meglio
  • Tagga 7 blog a cui vorresti assegnare il "PREMIO ALMOHADA"
  • Scrivi tre canzoni da te preferite
  • Esprimi un desiderio
  • Scrivi una parola, UNA sola, che rappresenti il desiderio da te espresso.

Dunque, partiamo dal principio... tre frasi che mi rispecchiano!!!
- "Sono chi sono e non temo nessuno" ... questa è una citazione di un noto cantante rap che ogni volta che mi sento sola, che penso di essere sbagliata, mi aiuta a tirarmi su e a dirmi che ognuno è come è, con i propri pregi e i propri difetti, e non dobbiamo aver paura di niente a questo mondo... ma fiducia in noi stessi!
-"Ecco il mio segreto: non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi" ... questa frase, l'avrete riconosciuta, è parte del titolo del mio blog, ed è una citazione dal libro di Antoine de Saint-Exupery Il Piccolo Principe <3
-"e tu passeggerai sovra le stelle" ... di Ugo Foscolo... mi emoziona e mi lascia sognare <3
Bene, ecco ora sette blog ai quali conferire questo straordinario premio!

-Viaggi di un Airone (Airone Sognatrice)
- Il "Critico" (Antboy)
Le mie tra canzoni preferite!!!
- I'll be there for you, The Rembrants! ... è uno straordinario inno all'amicizia!
-A te, di Jovanotti! ... una delle canzoni che mi ha dedicato il mio amore!
-Ella y io, don Omar! ...non so perché, ma il suo ritmo mi fa scatenare!
Bene, ora devo esprimere un desiderio!
- Vorrei.. vorrei... vorrei la felicità! Non per me, ma per tutti ;) Felicità che non sarebbe data solo da eventi positivi, ma dall'alternarsi di piccoli gesti, belle e brutte esperienze, che temprino la vita delle persone! E la renda una vita straordinaria :)
Felicità <3

Beeeeeenissimoooooo!!!!! Passo ora a ringraziare Airone Sognatrice di Viaggi di un Airone per avermi assegnato il premio Blog Affidabile!!!
Grazie Airone, grazie mille <3
Dunque dunque!!!
Dichiaro che i blog seguenti da me scelti rispettano le 5 regole del Premio "Il Blog Affidabile"  disponibili a questa pagina http://www.gliaffidabili.it/a/altro/il-premio-il-blog-affidabile . Sono pertanto una risorsa utile per gli utenti della Rete e meritevoli di essere conosciuti da un pubblico più ampio!!!

-Ovunque Tu Vada (Helene)

-Viaggi di un Airone (Airone Sognatrice)

-Fiocchi di parole (Anthea)

- lacrime di carta e inchiostro (Elisa)

 -Le Sfide della Vita (Ragazza d'Argento)

Bene, ora come da regolamento vi spiego brevemente (per quanto possibile) come è nato L' essenziale è invisibile agli occhi!!!
Dunque, partiamo dicendo che io amo scrivere, amo leggere e amo le parole!!!
Fin da quando ero più piccola mi divertivo a scrivere pensierini, storie, e addirittura brevi romanzi.. :)
Quando, verso la fine dello scorso anno il professore di italiano ci ha proposto di aprire un blog da utilizzare come un diario, dove scrivere i nostri pensieri e tutto quello che ci frullava per la testa be'... ho accolto molto volentieri l'occasione per misurarmi con me stessa!!! Così, ho cominciato a scrivere, ad abbozzare, a sfogarmi e a riversare attraverso caratteri digitali i miei pensieri, le mie passioni, quello che sentivo.
Piano piano ho sistemato la grafica, e ho preso confidenza con questo nuovo mezzo di comunicazione e così... eccoci qui!!!
:D

Ed ecco infine che ringrazio infinitamente Elisa di  lacrime di carta e inchiostro per avermi assegnato il premio Dardos, premio riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno, il suo sforzo per trasmettere valori culturali, etici, letterari, personali... che dimostra in ultima analisi, la sua creatività attraverso il pensiero che è vivo e rimane intatto nelle sue lettere, nelle sue parole!
Grazie mille Elisa per me è un vero onore!!!
Ma... si, c'è un ma... u.u purtoppo non conosco abbastanza blog per poter tener fede al regolamento del premio... quindi vi prometto che sarà riassegnato... in futuro!!

baci a tutte!




venerdì 20 aprile 2012

Gente che... pone se stessa al centro del mondo...

Ne avrete sicuramente conosciuti... sono loro.
Si, voi... voi, che trovate voi stessi al centro della vostra vita, e godete a porvi al centro della vita degli altri... voi, voi, gente vuota... che avete rinchiuso la vostra coscienza tra il vostro ego debordante e la convinzione di essere... perfetti.
Non avete un'alta considerazione di voi stessi... avete considerazione solo di voi stessi.
Vi riconoscete, vi fate riconoscere... e non certo per le vostre qualità di persone, per i vostri talenti... no, voi no. Voi siete facilmente riconoscibili dalla vostra smisurata teatralità, dall'eco che producono le vostre parole, prive di convinzioni che le sostengano... e agli occhi di noi gente reale esse sono leggere, superflue, insignificanti, finte... vuote.
Cosa ci sia alla base del vostro comportamento, a noi non è degno sapere.
Vi guardiamo, e non vi capiamo.
Anzi.
Forse vi capiamo fin troppo bene.
Ostentate una sicurezza, una personalità, un'amicizia e qualità che in realtà non avete.
Spacciate per amicizia quel legame che è come le nuvole... sembrano grandi, imponenti, infinite... ma sono pur sempre solo gocce di vapore.
Predicate valori nei quali in realtà non credete, vi permettete di tenerci lezioni di finta moralità e di criticarci!!
Credete di dover sempre dimostrare qualcosa al mondo, a noi... e a voi stessi.
Voi agite come per dire a tutti "guardateci! Siamo noi, e siamo al centro dell'Universo!".
Noi sognatori abbiamo capito cosa vale veramente!! Quando abbiamo provato a dimostrarvi quanto bello sia essere persone vere ci avete respinto brutalmente... ed ecco il risultato, siete rimasti solo voi.
Soli.
Ad urlare parole vuote e ad ostentare a vicenda qualcosa di a noi completamente sconosciuto.
Ma non capite che le cose importanti non hanno bisogno di apparire??
Non capite che l'essenziale è invisibile agli occhi??

martedì 17 aprile 2012

I desideri stavano strappandomi l'anima. Allora li ho incantati...



  Adesso cerca di capire, fratello.
  Cerca di capire, se puoi/
  Tutto quel mondo negli occhi/
  Terribile ma bello /
  Troppo bello/
  E la paura che mi riportava indietro/
  La nave, di nuovo e per sempre/
  Piccola nave/
  Quel mondo negli occhi, tutte le notti, di nuovo/
  Fantasmi/
  Ci puoi morire se li lasci fare/
  La voglia di scendere/
  La paura di farlo/
  Diventi matto, così /
  Matto /
  Qualcosa devi farlo e io l'ho fatto/
  Prima l'ho immaginato/
  Poi l'ho fatto/
  Ogni giorno per anni/
  Dodici anni/
  Miliardi di momenti/
  Un gesto invisibile e lentissimo. /
  Io, che non ero stato capace di scendere da questa nave, per salvarmi sono sceso dalla mia vita.  Gradino dopo gradino. E ogni gradino era un desiderio. Per ogni passo, un desiderio a cui dicevo addio.
  Non sono pazzo, fratello. Non siamo pazzi quando troviamo il sistema per salvarci. Siamo astuti come animali affamati. Non c'entra la pazzia. È genio, quello. È geometria. Perfezione. I desideri stavano strappandomi l'anima. Potevo viverli, ma non ci son riuscito.
  Allora li ho incantati.
  E a uno a uno li ho lasciati dietro di me. Geometria. Un lavoro perfetto. Tutte le donne del mondo le ho incantate suonando una notte intera per una donna, una, la pelle trasparente, le mani senza un gioiello, le gambe sottili, ondeggiava la testa al suono della mia musica, senza un sorriso, senza piegare lo sguardo, mai, una notte intera, quando si alzò non fu lei che uscì dalla mia vita, furono tutte le donne del mondo. Il padre che non sarò mai l'ho incantato guardando un bambino morire, per giorni, seduto accanto a lui, senza perdere niente di quello spettacolo tremendo bellissimo, volevo essere l'ultima cosa che guardava al mondo, quando se ne andò, guardandomi negli occhi, non fu lui ad andarsene ma tutti i figli che mai ho avuto. La terra che era la mia terra, da qualche parte nel mondo, l'ho incantata sentendo cantare un uomo che veniva dal nord, e tu lo ascoltavi e vedevi, vedevi la valle, i monti intorno, il fiume che adagio scendeva, la neve d'inverno, i lupi la notte, quando quell'uomo finì di cantare finì la mia terra, per sempre, ovunque essa sia. Gli amici che ho desiderato li ho incantati suonando per te e con te quella sera, nella faccia che avevi, negli occhi, io li ho visti, tutti, miei amici amati, quando te ne sei andato, sono venuti via con te. Ho detto addio alla meraviglia quando ho visto gli immani iceberg del mare del Nord crollare vinti dal caldo, ho detto addio ai miracoli quando ho visto ridere gli uomini che la guerra aveva fatto a pezzi, ho detto addio alla rabbia quando ho visto riempire questa nave di dinamite, ho detto addio alla musica, alla mia musica, il giorno che sono riuscito a suonarla tutta in una sola nota di un istante, e ho detto addio alla gioia, incantandola, quando ti ho visto entrare qui. Non è pazzia, fratello. Geometria. È un lavoro di cesello. Ho disarmato l'infelicità. Ho sfilato via la mia vita dai miei desideri. Se tu potessi risalire il mio cammino, li troveresti uno dopo l'altro, incantati, immobili, fermati lì per sempre a segnare la rotta di questo viaggio strano che a nessuno mai ho raccontato se non a te.

Alessandro Baricco
Novecento

lunedì 16 aprile 2012

Ma guarda un po'...

Ma guarda un po'...
Scorro l'elenco dei visitatori nelle ultime ore del mio blog e cosa noto?
Una visita da Malta... :)
Spero che voglia dire che mi pensi :)
anche se così non fosse... un bacio a Malta e un bacio a te, che occupi i miei pensieri ogni giorno... e ogni giorno mi rendi felice, ogni giorno sei con me... anche a centinaia e centinaia di kilometri di distanza :)

venerdì 13 aprile 2012

Tutto quello per cui vale ancora la pena di lottare

Eccoci qua! Io... e i miei pensieri! Non so da dove vengono, non so dove mi condurranno... ma mi danno tempo... tempo per capire come va il mondo, come vanno le cose, come vado io.
E visto che scrivere mi fa vedere le cose con più chiarezza... allora scrivo. Forse sperando che qualcuno legga queste riflessioni, forse sperando che qualcuno mi aiuti a capirmi, o forse, in fondo in fondo, desiderando che nessuno riesca ad entrare il questo labirinto senza fine che è la mia mente.
Io non credo che la vita sia qualcosa di imprevedibile... ci sono cose che non possiamo decidere, programmare, stabilire... ma ce ne sono altrettante che dipendono proprio da noi.
Sono giovane, ma nonostante questo ho notato che ci sono purtroppo, tante e tante persone che quando si accorgono che una situazione dipende da loro si spostano, scansano le responsabilità e lasciano che qualcuno decida e agisca per loro.
Be', io no!
Io voglio vivere la vita che mi creo, voglio poter scegliere, voglio lottare, e lottare e lottare e lottare, anche quando sembrerà che ogni speranza sia andata perduta... voglio lottare per ottenere la vita che voglio... per me, ma soprattutto per le persone che amo, e che meritano davvero tanto.
Questo è quello che faccio nella vita. Questo è quello che facciamo tutti: lottiamo.
Ognuno per cose diverse , ognuno con i propri scopi e obiettivi da perseguire, ognono con le proprie persone che gli danno la forza di continuare a lottare, e combattere combattere combattere.
Ognuno ha le proprie sconfitte, ognuno le proprie vittorie.
Ma siamo tutti qui, a lottare.
Per arrivare alla fine del mese
Per sopravvivere
Per andare bene a scuola
Per ottenere un lavoro
Per farci amare
Per amare
Per sopportare
Per imparare
Per aiutare
Per te, che amo alla follia
Per gli amici, che hanno bisogno di me (e io di loro)
Per non deludere le persone che amiamo
Per vivere
:)
sarebbe bello se chi lo desidera, aggiungesse all'elenco le proprie cose... per le quali vale la pena di continuare a lottare
:)

lunedì 2 aprile 2012

Tu sarai per me unico al mondo, e io saro per te unica al mondo...

In quel momento apparve la volpe.
"Buon giorno", disse la volpe.
"Buon giorno", rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno.
"Sono qui", disse la voce, "sotto al melo…"
Il Piccolo Principe
"Chi sei?" domando il piccolo principe, "sei molto carino…"
"Sono una volpe", disse la volpe.
Il Piccolo Principe
"Vieni a giocare con me", le propose il piccolo principe, "sono cosi triste…"
"Non posso giocare con te", disse la volpe, "non sono addomesticata".
"Ah! scusa", fece il piccolo principe.
Ma dopo un momento di riflessione soggiunse:
"Che cosa vuol dire "addomesticare"?"
"Non sei di queste parti, tu", disse la volpe, "che cosa cerchi?"
"Cerco gli uomini", disse il piccolo principe. "Che cosa vuol dire "addomesticare"?"
"Gli uomini", disse la volpe, "hanno dei fucili e cacciano. E molto noioso! Allevano anche delle galline. E il loro solo interesse. Tu cerchi delle galline?"
"No", disse il piccolo principe. "Cerco amici. Che cosa vuole dire "addomesticare"?"
"E una cosa da molto dimenticata. Vuol dire "creare dei legami"…"
"Creare dei legami?"
"Certo", disse la volpe. "Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi.
Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io saro per te unica al mondo".
"Comincio a capire", disse il piccolo principe. "C’e un fiore… credo che mi abbia addomesticato…"
"E possibile", disse la volpe. "Capita di tutto sulla Terra…"

domenica 1 aprile 2012

"Stop... play", ovvero cronache di un secondo. Quando la realtà va in pausa ... parte 2

In quell'attimo, di nuovo, tutto si è fermato.
Voci confuse, lontane.
Il tuo respiro regolare e veloce.
L'unico rumore udibile è quello del tuo cuore che vuole uscire dal petto, schizzare via, squarciare l'universo e gridare, gridare e gridare...
E io lì, ad ascoltare... a cercare di capire come hai fatto a trovarmi, e a salvarmi... a salvarmi dalla paura, dalla malinconia.... a raccogliermi, a portarmi nei tuoi occhi e a regalarmi un sorriso nuovo, sincero :)
Sbatto le palpebre, e scopro i tuoi occhi che mi guardano...
Sembra di essere fuori, sotto un cielo azzurro...
e poi il tuo sorriso, nascosto tra i baci...
...sembra il sole in quel cielo che mi scalda e mi illumina il viso:)
e ti guardo, e sorrido anch'io... tu mi guardi, io ti guardo, e siamo noi due, lì, a sorridere, e a pensare a quanto siamo felici <3