domenica 27 maggio 2012

Dialettica poco razionale sull'amore...



Sull'amore, ci sarebbe molto da dire.
Si potrebbero descrivere le molteplici sensazioni associate al sentimento, ai rapporti, alle esperienze...
Si potrebbe cercare di definire la parola a more...
Si potrebbe cercare di spiegare, di determinare le condizioni affinché esso sussista...
Si potrebbero porre mille domande su quello che sarà, quello che è stato, quello che sarebbe potuto essere...
potrei occupare pagine e pagine, ma non ne ho voglia.
Non mi va di fare sproloqui e riflessioni lunghe... filosofie artificiali per spiegare lo strano fenomeno.
Io, che mai ho creduto nell'amore, ora credo in una persona.
Io, che ho sempre puntato sull'individualità, mi ritrovo a sperare di non trovarmi più da sola.
Io, che sono e mi sono sempre reputata FORTE, mi sono ritrovata piccola, piccola piccola vicino al telefono, rannicchiata sul letto abbracciando un cuscino aspettando una risposta al mio invito di farmi sapere cosa avevi deciso... se secondo te sarebbe valsa o no la pena continuare.

Squilla il telefono.
Lo guardo, ma aspetto in secondo squillo...
...poi alzo la cornetta, e rispondo.
Non un ciao, non un saluto... niente!
"Ti è mai capitato che la musica che ascolti ti faccia pensare?"
"si."
E poi cominci.
Cominci a parlare di quello che hai pensato, le cose sulle quali hai riflettuto... e parli, parli, parli per quaranta minuti e io lì zitta ad ascoltare quello che hai da dirmi...
Quando parli dell'amore fai sempre lo stesso tipo di discorso... parli piano, con un tono basso, le labbra vicine alla cornetta, tante pause, frasi sentite e risentite... Parole quasi scontate... eppure belle :)
Io intanto sto in silenzio, zitta zitta lì sdraiata sul letto, su un fianco, lo sguardo fuori dalla finestra e le dita che avvolgono e torturano le ciocche castane sparse sul cuscino...
E poi arriva una frase, la più scontata e bella del mondo... detta attraverso un tono strano... che contiene una supplica, una presa di coscienza, un'esclamazione, un'imprecazione, ovvietà e commozione nello stesso tempo
"Sei la mia famiglia"
E io sorrido, perché già da prima facevo parte di una famiglia... ma da quel momento, faccio parte anche di un'altra famiglia...
si è appena formata...
entrambi speriamo che durerà a lungo..
e siamo solo io e te
niente di più
niente di meno
niente di speciale
qualcosa di strabiliante che sa di fresco, di nuovo, di felicità.

Ci sarebbe tanto da dire sull'amore.
In effetti ci sarebbe da chiedersi se davvero esista...
se sia qualcosa di concreto o meno, come le idee, i sogni...
Qualcuno non ci crede, qualcuno ci vive
qualcuno lo odia
qualcuno lo ama
A me non importa... non sono il tipo che si pone queste domande, perché in fondo che cosa cambierebbe a darsi delle risposte?
So che sto vivendo qualcosa di nuovo.
Ho vissuto qualcosa di simile una volta.
Una volta sola.
Poi ho scoperto che era un falso.
Come quando assaggiate un gelato ... prima credevate di aver assaggiato un'ottimo cioccolato, buono si, decisamente ottimo... ma poi... poi capitate in quella gelateria!! Quella ... dalla quale uscite con in mano un cono ... e uscendo  vi dite... QUESTO SI CHE E' GELATO! ... e vi rendete conto che quello era solo polverina mischiata a latte... blahhh... robaccia...
bè gente, godetevi quel cono... e non fatevi troppe domande...
Così è l'amore.
:)
Così, e basta.
TI AMO

17 commenti:

  1. :') è stupendo ciccia.. Mi ha emozionato! Siete dolcissimi!! <3 <3

    RispondiElimina
  2. Sembra quasi che tu mi veda mentre parlo al telefono ^.^ famiglia ne abbiamo di strada da fare ** ti amoooooo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci ... dobbiamo assolutamente fare due cose: una sono i muffin al cioccolato con la glassa colorata *________________________*
      shiao mmoree

      Elimina
  3. Uuuuuu i muffiiiiin :) ti daró una mano così se vengono male puoi scaricare la colpa su di me ;) la seconda ci riuscirà ;) tra me e te **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si! ...perché chi altro volevi chiamare??? xD
      shcheeeerzo :D
      ci, riuscirà :')
      i muffin li voglio con la panna gialla sopra però!!!!!

      Elimina
  4. Va bene peró ricordati che io non amo la panna,ma amo te e amo fare i muffin con te <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D ok, uno senza panna :D
      e ti amo, doveva succedere a questa età....
      ci sentiamo tra poco <3
      w la panna colorata sui muffin!!!

      Elimina
  5. Uno solo è troppo :P dovessi ingrassare e puntare sulla simpatia ;) nottee stronzettaaaaaa <3

    RispondiElimina
  6. Che dolce .. Anzi, che dolci ** ah, l'amore.. La cosa più difficile è riconoscerlo e non confonderlo con la semplice attrazione fisica..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me la stai tirandooo??? xD scherzo :) hai ragione, cosa misteriosa è l'amore :) tvb

      Elimina
  7. Esmeril, questo è un post denso di emozioni che mi penetrano dentro e pensa, fanno riflettere anche me.
    "Sei la mia famiglia" la inserisco tra le frasi più belle mai sentite e ti consiglio di prenderti cura di tale frase, custodiscila. Ma non dimenticare mai chi l'ha pronunciata e, se credi l'abbia fatto con tutta sincerità, allora amalo :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara sally... voglio crederci :)
      questo è il momento della mia vita dove devo avere fiducia... quel che sarà sarà... e quamndo sarà il momento, l'affronterò :)
      (confesso, citazione da Harry Potter ^^)

      Elimina
  8. complimenti per il tuo blog!
    è davvero bellissimo!

    un elfico saluto
    =ettelen=

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie milllleeeeeeee *_______________________+

      Elimina
  9. MA CHE DOLCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    RispondiElimina