martedì 8 maggio 2012

Questa non è la solita favola...

Questa non è la solita favola... è una favola per chi guarda il mondo dal mio blog...
è la storia di una fanciulla di nome Sally, che più di ogni altra cosa sognava di volare.
Una notte, quando la luna era alta nel cielo e le stelle custodivano le anime dei sognatori, la fanciulla decise di affrontare le sfide della vita e partire per un viaggio che l'avrebbe portata alla scoperta delle meraviglie della terra e del cielo, nella speranza di trovare qualcuno che le insegnasse a volare.
Si incamminò verso una meta sconosciuta, per giorni e giorni camminò incessantemente per i prati, i boschi e le pianure del mondo, camminò sotto pioggia, neve e  fiocchi di parole, rincorrendo la felicità.
Ma  nonostante tutti i suoi sforzi, la ragazza non trovava nessuno che le insegnasse a volare, e che le donasse la capacità di osservare il mondo dall'alto, sopra le nuvole e accanto alle stelle e alla luna, dove ogni cosa perduta viene custodita. La piccola, partita con tanta determinazione, cominciava però a sentire i primi segni della rassegnazione, e si ritrovò così a piangere lacrime di carta e inchiostro.
Ma la fanciulla si trovava sul tragitto dei viaggi di un airone, che vista la ragazza piangere seduta su una roccia in rima ad un ruscello ghiacciato, le si avvicinò e ascoltò la sua storia. Una volta appreso l'accaduto, il  critico e saggio airone le parlò con fermezza: "Piccola, ti rivelo un segreto: ovunque tu vada, ricorda sempre che vola solo chi osa farlo, e il cast della nostra vita è del tutto imprevedibile ma magnifico. Ammira la Terra nel pieno della sua bellezza, osserva i fiumi, osserva gli alberi, e solo quando avrai conosciuto tutta la terra, quando avrai ammirato tutto il suo splendore, quando avrai capito, capito cos'è che conta davvero, solo allora potrai raggiungere le tue stelle che tutte le notti ammiri stesa su un prato con il naso all'insù."
La fanciulla rimase a guardare il battito lento delle ali dell'airone che si allontanava e intanto rifletteva sulle parole del saggio airone.
"se davvero quello che conta non è visibile né dalla terra né dalle stelle" pensò, "dove posso trovare la risposta? Il mondo è pieno di corruption e io non riesco a comprendere qiale sia l'elisir di vita che può salvare tutti gli esseri da questo abisso. "
La fanciulla camminò fino al mare, casa dei naviganti, rifugio degli spiriti liberi, e rimase a fissarlo a lungo.
E pensò.
E i pensieri di sally si fecero più chiari.
da lontano, vide un gabbiano, le ali spiegate, che planava sulla spiaggia.
poi alzò il volto.
Vide il sole, e vide il cielo.
E capì.
"Quello che cerco non è altro che un modo per vedere le cose in modo diverso. Per trovare la via della mia vita. Ma ora ho capito. Aveva ragione l'airone: quello che cerco, le cose che contano davvero non sarò capace di vederle né dalla terra né dalle stelle:
ecco quello che conta davvero... sto cercando di vedere qualcosa percepibile al cuore, non agli occhi."
Come se avesse sentito le sue parole, comparve all'improvviso un puntino lontano nel cielo. Si avvicinò piano. era l'airone.
La fanciulla aveva capito il senso della vita sulla terra.
Ora poteva finalmente volare fino alle stelle.
Si sorrisero.
E come se il vento l'avesse spinta via, la piccola sparì.
Ora è una stella :)
Ha imparato a volare... non servono le ali... basta volerlo:)
E se un giorno vi troverete sulla rotta dei viaggi di un airone, andategli incontro e spiegategli che l'essenziale è invisibile agli occhi, e lui vi insegnerà a sognare...



7 commenti:

  1. Senza parole! *o*
    Post fantastico!

    RispondiElimina
  2. Haha pensavo che fossero dei tag!! XD ciccavo sopra ma non si aprivano i blog xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah CHE DONNA! ahahahahahahahahahhahahahahahaahahahahahahahahahah
      invece di barboneggiare sul blog vai a studiare arte che siamo nei guaiiiiiii xD ahahah

      Elimina
  3. Ciao! IL post è fantastico,e ti ringrazio di aver inserito anche il mio blog!! =D

    RispondiElimina
  4. C'è un giochino x te sul mio blog!

    RispondiElimina
  5. Ma quanto è simpatico questo racconto, brava bella idea, sarebbe carino però cliccarci su e aprire il blog.
    Brava, davvero singolare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille!!! provvederò al più presto affiché le scritte diventino link!!!!

      Elimina