domenica 9 settembre 2012

Lettera immaginaria a tutte le donne costrette su una strada...




Labbra bianche, viso pallido


Respira tra i fiocchi di neve


Polmoni bruciati, gusto acido

La luce se n’è andata, la fine della giornata
Lotta per pagare l’affitto
Notti lunghe, uomini strani

Ragazza, come sei arrivata su quella macchina?
Torna tra le mura sicure della tua casa
Le strade la sera sono pericolose...


E dicono
Lei è nel gruppo della classe A*
Bloccata nel suo sogno ad occhi aperti
È stato così da quando aveva 18 anni
Ma ultimamente il suo viso sembra star
Calando lentamente,
Sbriciolandosi come pasticcini

...non lasciarti andare
quegli uomini non vogliono il tuo amore
lui
quello vero
è da qualche parte
e ti sta aspettando


E urlano
Le cose peggiori nella vita arrivano gratis
Perché siamo nelle mani della fortuna
E diamo di matto per un paio di grammi
E lei non vuole uscire stanotte
E in una pipa vola verso la madre patria
O vende amore ad un altro uomo ancora
Fa troppo freddo fuori
Perché gli angeli possano volare
gli angeli possano volare


Guarti strappati, impermeabile
Ha cercato di nuotare e di restare a galla
Casa asciutta, abiti bagnati
Spiccioli, banconote
Occhi stanchi, gola asciutta

...la vita non inizia e non inizia su quella carreggiata...
e non riesci a capire
che c'è tanto
tutto
oltre quella carreggiata
oltre quella sedia
quei tacchi troppo alta per una bambina come te


E loro dicono...
Lei è nel gruppo della classe A
Bloccata nel suo sogno ad occhi aperti...
Ragazza squillo senza telefono 


È stato così da quando aveva 18 anni
Ma ultimamente il suo viso sembra star
Calando lentamente,
Sbriciolandosi come pasticcini

vivi, vivi ragazza...
alzati...
c'è qualcosa di splendido che ti aspetta
alla luce del sole vivrai
e la notte dormirai 
al sicuro nel tuo letto
e nessuno ti costringerà più a fare nulla che tu non voglia
vivi, vivi ragazza...


http:

E urlano
Le cose peggiori nella vita viene a liberarci
Perché siamo nelle mani della fortuna
E diamo di matto per un paio di grammi
E lei non vuole uscire stanotte
E in una pipa vola verso la madre patria
O vende amore ad un altro uomo ancora
Fa troppo freddo fuori
Perché gli angeli possano volare
gli angeli possano volare
Un angelo morirà
Ricoperto di neve
Occhi chiusi
E sperando una vita migliore
Questa volta, svaniremo stanotte
Dritti verso il futuro

alzati
e quando ti chiederanno
dove vai?
tu dirai
che ti stai riprendendo
la dignità che ti  avevano rubato....


E dicono
Lei è nel gruppo della classe A*
Bloccata nel suo sogno ad occhi aperti
È stato così da quando aveva 18 anni
Ma ultimamente il suo viso sembra star
Calando lentamente,
Sbriciolandosi come pasticcini
E urlano
Le cose peggiori nella vita viene a liberarci
Perché siamo nelle mani della fortuna
E diamo di matto per un paio di grammi
E lei non vuole uscire stanotte
E in una pipa vola verso la madre patria
O vende amore ad un altro uomo ancora
Fa troppo freddo fuori
Perché gli angeli possano volare
gli angeli possano volare
Volare, volare
gli angeli possano volare
Angeli possano morire

...dimentica ciò che ti hanno fatto credere di essere...
...porta con te tutte le ragazze che puoi...
scappate
e camminerai fiera per il mondo
la testa alta
gli occhi profondi
e non avrai più paura
e voi 
bastardi approfittatori
la pagherete cara...
perché ora lei ha capito
cosa voglia dire
Vivere
e ora 
lei sa
Amare...


Le parti in rosa sono scritte dall'autrice del blog, quelle in giallo sono le parole del testo della canzone.

6 commenti:

  1. E' quasi impossibile bloccare questa barbarie. Ci sono tanti uomini strani che cercano queste ragazze.

    RispondiElimina
  2. Uomini strani e ragazze nella classe A: mi fai pensare a quanti compagni del mio lontano liceo sono finiti nella classe A e poi, per loro, è stata la fine. Non hanno avuto il tempo di imparare ad amare. Gran bel post, complimenti Esmeril. La canzone è splendida e non la sentivo da tempo. Grazie.

    RispondiElimina
  3. Bel post Esmeril, forte e nello stesso tempo sensibile.

    RispondiElimina