mercoledì 18 gennaio 2017

Delirio random

E così eccoci qua di nuovo.
Serena, tutto sommato.
Non credevi sarebbe andata così eh Esmeril? Anni e anni appresso a storie, questioni, anni di felicità e dolori infiniti e poi? E poi passa tutto, poi uno cresce e capisce che è giusto così, che le persone e le situazioni cambino è nella natura delle cose.
E sei serena.
Finalmente.
E fai cose che non avresti mai pensato, situazioni nuove che non devi raccontare in giro perché la gente... non capirebbe.
Dunque dunque
Gli ingredienti di questa storia sono:
- una ragazza che si sente rinata e libera dopo tanto tempo
- nuovi amici
- nuovo coraggio
- un bel po' di sconsideratezza
- un paio di braccia e un petto enormi, che a starci dentro il mondo non può toccarti
- mani capaci ed esperte
- una bestia che non è una bestia
- un sacco di gente pronta a giudicare e a sparlare o a dare consigli
- una stanza rossa
Be', di problemi ne son sorti pochi.
Essere single è meraviglioso.
Sisi lo so, neghiamo l'evidenza.
Ma a chi importa mettere una stupida etichetta che crea solo problemi?
E poi c'è stata quella serata.
Una festa, una stanza, cose confuse, una mano, un volto diverso, rumore di porta sbattuta, "Che cazzo fai non la toccare".
Mmmh...
È la netta differenza che c'è tra il frequentare un ragazzo e un uomo.
La serenità, la sicurezza di tutto e niente. 34 certo sono troppi, ma 29 forse no.
Non sai Esmeril, e non ti interessa sapere.
Stai diventando grande, e va bene così!

Nessun commento:

Posta un commento